Less is More: la rivoluzione dello skin-minimalism nella beauty routine

Less is More: la rivoluzione dello skin-minimalism nella beauty routine

Oggi, "less is more" è il mantra che guida sia i prezzi che la beauty routine. L'essenziale sta diventando sempre di più la strada da percorrere, e lo skinminimalism, una cosmesi concentrata in poche righe di INCI e bilanciata per garantire un layering non troppo esteso ma efficace, rappresenta la nuova frontiera dei marchi di bellezza e salute.

La pelle sta diventando sempre più sensibile e intollerante a causa di fattori esogeni. Irritazioni, eritemi, sensibilità a farmaci chemioterapici, stress, allergie e disagi psichici possono provocare reazioni cutanee dal forte richiamo psicosomatico. Per questo motivo, le migliori formulazioni sono caratterizzate da pochi ingredienti specifici, naturali, sostenibili, ecologici e altamente concentrati. INCI essenziali e corti evitano alla pelle troppe interconnessioni, particolarmente importanti nei periodi in cui la rigenerazione deve seguire un iter fisiologico e naturale.

Un buon cosmetico non cura perché, se lo facesse, sarebbe un farmaco. Tuttavia, può coadiuvare un farmaco che potrebbe essere molto aggressivo, disidratando e rendendo particolarmente sensibile una pelle grassa e acneica. La prima strategia dermocosmetica consiste nel ripristinare la funzione barriera della pelle. Per questo motivo, è importante utilizzare cosmetici con un buon potere nutriente, ristrutturante e idratante. Esempi eccellenti includono il burro di karitè, gli oli vegetali (nocciole, vinaccioli, mandorle) e fattori idratanti vegetali.

Se i prodotti sono arricchiti da Vitamina E (tocoferolo), dalle virtù antiossidanti e protettive, non si può che essere soddisfatti di aver individuato un marchio cosmetico di qualità.

Non tutto ciò che è naturale è privo di controindicazioni. Gli allergeni, ai sensi della Direttiva EU, devono essere riportati in etichetta. Tra questi, i più comuni sono il linalolo, il limonene, il citrale e l’eugenolo. Altri ingredienti da evitare includono i petrolati, derivati idrocarburici, alcuni filtri solari in forma nano e conservanti come i parabeni e i cessori di formaldeide.

Dal punto di vista legislativo, tutti i prodotti che rispettano il nuovo regolamento EU sono sicuri, avendo superato severi controlli obbligatori e test. Tuttavia, ciò non è più sufficiente. Per scegliere un marchio efficace che mantenga e rafforzi la barriera cutanea contro smog, polveri e inquinamento, è consigliabile optare per un marchio che abbia superato il test formulativo, frutto di studi, ricerca e innovazione, e applicativo, derivante dalla sperimentazione pratica e dall'implementazione tecnica dei protocolli di lavoro.

Sensi Skinfood è tutto questo. La linea è stata progettata e formulata da un team di professionisti (dermatologi, medici estetici, farmacisti formulatori) e inserita in protocolli di lavoro che ne amplificano l’efficacia e le funzionalità. La gradevolezza sensoriale non è mai trascurata nei rituali neurocosmetici, che rappresentano per Sensi Skinfood l'evoluzione della cosmetica tradizionale. Questo approccio va oltre la bellezza e l’estetica per conseguire il benessere e la salute della pelle.

Back to blog